WhereApp – App24PA

L’Italia è la “Nazione più sana”?

L’Italia non è il Paese più felice ma raggiunge il podio per essere la Nazione più sana.
Secondo una ricerca condotta da Bloomberg Markets, una rivista mensile di economia di una multinazionale statunitense operativa nel settore dei mass-media, l’Italia per prospettive di vita e salute si colloca al primo posto.

Nonostante la crisi economica, per il Bloomberg Global Health Index, il bel paese si aggiudica il titolo di “nazione più sana“, totalizzando un punteggio di 93,11. Seguita dall’Islanda con 91,21 e dalla Svizzera con 90,75.

Gli indicatori utilizzati ai fini della ricerca erano inerenti a: aspettative di vita, cause di morte, rischi per la salute, consumo di tabacco, disponibilità di acqua pulita e rischio di malnutrizione, considerando una popolazione statistica di 163 Nazioni.

Background della Nazione più sana

A giocare a nostro vantaggio l’aspettativa di vita: un bambino nato in Italia ha un’aspettativa di almeno 80 anni, contro i 52 della Sierra Leone, all’ultimo posto.
“A baby born in Italy can expect to live to be an octogenarian. But 2,800 miles south in Sierra Leone, the average newborn will die by 52”.

Nonostante l’impatto della crisi economica italiana e la crescita stagnante degli ultimi dieci anni, gli italiani stanno meglio degli americani, dei canadesi e britannici che sono più colpiti da ipertensione, colesterolo e disturbi mentali.
“Yet Italians are in way better shape than Americans, Canadians and Brits, who all suffer from higher blood pressure and cholesterol and poorer mental health”.

A testimoniare la crescita stagnante, la disoccupazione giovanile che raggiunge circa il 40% e il debito pubblico che è ancora uno dei più alti in tutto il mondo. Un report pubblicato recentemente dall’Istat, infatti, afferma che la disoccupazione resta stabilmente sopra quota un milione per le famiglie senza redditi, dato uguale allo scorso 2016.

Senza dubbio, il peso maggiore è costituito dall’ottima dieta, ricca di vegetali conditi con olio extra vergine d’oliva. Sostiene, infatti, il direttore del Center for Public Health Nutrition presso l’Università di Washington, Adam Drewnowski che avere accesso a prodotti freschi è di estrema importanza.
“Then there is the diet, rich in vegetables and drizzled with extra virgin olive oil”.

 

EnglishFrançaisDeutschItalianoPortuguêsEspañol