WhereApp – App24PA

I volontari della Croce Rossa di Roma intervengono all’emergenza freddo

Il maltempo, venuto dalle correnti del nord Europa e dalla fredda Russia, persiste facendo scendere le temperature in tutta l’Italia. Temperature che hanno sorpreso gran parte della popolazione, causando molti danni e morti.

 

Emergenza freddo a Roma

La situazione non è stata diversa nella capitale, dove molti clochard hanno perso la vita a causa dell’eccessivo freddo.
Un’iniziativa importante dei volontari della Croce Rossa di Roma è stata l’apertura della Sala Palasciano, di via Toscana, ai senzatetto, per permettere di vivere in uno degli stabilimenti di CRI, sotto un tetto e al caldo.

Ieri, infatti, un gruppo di volontari della Croce Rossa ha deciso di intervenire cercando di prevenire ulteriori morti. 

Uniti da un grande spirito di volontà, hanno allestito la Sala per accogliere i senza dimora. Sono stati messi a disposizione dal Presidente Nazionale CRI, F. Rocca, 50 posti letto.

 

Le parole della Diodati

La Presidente Debora Diodati ai microfoni di Dimensione Suono Roma, la famosa radio romana, ha detto: “Serve un tetto sotto cui dormire, ecco perché abbiamo aperto la Sala Palasciano di una delle sedi della Croce Rossa per i senza dimora della Capitale.

La Presidente Diodati ha dichiarato che, grazie all’ACLI, Associazioni Cristiane Lavoratori Italiani, sono stati garantiti anche i pasti: 50 cene e 50 colazioni.

“Purtroppo il freddo continua – afferma –  e tante persone sono ancora per strada in condizioni di estrema fragilità. Mi auguro che non si voglia lasciar sole definitivamente in attesa che le Sala allestita per i senzatettotemperature si rialzino e che i tanti volontari che, in queste ore stanno facendo l’impossibile per dare aiuto sul territorio della Capitale, possano avere in questo nostro ricovero una mano in più per soccorrere chi ha bisogno di un riparo notturno”, conclude la presidente Diodati.

Il freddo purtroppo non vuole placare la sua intensità per fortuna, però, sono queste le iniziative da valorizzare.  

Storie di uomini che raccolgono tutti in un destino comune, ragioni diverse, che convogliano in un’unica realtà! Così i clochard della capitale, sono stati accolti, da persone che non possono essere definiti solo “volontari” ma come suggerisce qualcuno “angeli”.

 

 

EnglishFrançaisDeutschItalianoPortuguêsEspañol