WhereApp – App24PA

Istat: torna a crescere la spesa media delle famiglie

Torna a crescere la spesa media delle famiglie. A rivelarlo è l’IstatIstituto nazionale di statistica, secondo cui la fase di ripresa dei consumi si consolida ad un ritmo moderato, anche se il livello rimane al di sotto di quello registrato nel 2011.

I dati Istat

Nel 2016 la spesa media mensile familiare è stata pari a 2.524,38 euro, in rialzo dell’1.0% rispetto al 2015 e del 2.2% rispetto al 2013, anno di minimo per la spesa delle famiglie e di calo del pil. L’Istat ha evidenziato, inoltre, un aumento dei consumi per chi vive nei grandi centri urbani. Nel 2016 è risultato, infatti, che le famiglie residenti nelle grandi città hanno speso ogni mese in media 2.899,21 euro, il 10,2% in più rispetto all’anno precedente.

Aumenta il divario tra città metropolitane e comuni urbani

Aumenta la distanza tra i livelli dei consumi registrati nelle grandi città e i valori rivelati nel resto del territorio. L’Istat rivela che: “nel 2016 si amplia il divario tra le città metropolitane e i comuni periferici delle aree metropolitane e quelli sopra i 50mila abitanti (circa 376 euro in media al mese da poco meno di 100 euro del 2015) e tra città metropolitane e altri comuni fino a 50mila abitanti (poco più di 491 euro da meno di 200 del 2015)”. La causa principale viene associata all’aumento della spesa mensile per beni e servizi non alimentari delle famiglie residenti in città metropolitane. 

Si riduce il gap tra Nord e Sud

Iniziano a diminuire i divari nei consumi delle famiglie tra il Nord e il Sud. Secondo l’Istat fermo restando le differenze strutturali legate al territorio, ai livelli di reddito, ai prezzi e ai comportamenti di spesa, il gap tra i valori più alti del Nord-ovest e quelli più bassi delle Isole sta diminuendo. 

 

 

 

EnglishFrançaisDeutschItalianoPortuguêsEspañol